Storia

Nel 1946 un gruppo di giovani, guidati dall’equilibrio e dalla saggezza di Doro de Rinaldini, fonda l’Unione Sportiva Sant’Andrea, esprimendo il desiderio di riaffermare il piacere di vivere e di amicizia attraverso lo sport. Il Sant’Andrea si fece molto onore sul campo in quegli anni, svolgendo un’ampia attività anche nel settore giovanile. Il successore di De Rinaldini fu un altro noto e simpatico abitante del rione, Italo Soncini.  “Fu il vulcanico trascinatore di un gruppo di ragazzi, ancora timidi e inesperti, ci diede fiducia in noi stessi, oltre che la forza e la grinta indispensabili per ben riuscire nell’ambiente sportivo della città.” dice Raimondo Meak. La società fu per molti anni basata su tre squadre calcistiche: la Prima Squadra giunta fino alla I Divisione di allora (una specie di serie D di oggi), gli allievi, i ragazzi. Furoni questi ultimi il fiore all’occhiello della Società: finalisti e secondi assoluti a Roma nel campionato nazionale del C.S.I. del 1949 e vincitori di parecchie coppe disciplina. Dalle fila del Santa di allora sono usciti anche giocatori di Serie A: Affinito, Di Davide, Meggiolaro, Strukelj. Il Santa ottiene una sede accogliente presso Villa Haggiconsta in viale Romolo Gessi, pullman per gli atleti, attrezzature complete per l’attività sportiva, uno staff di oltre 30 persone tra tecnici e dirigenti e partecipa a tutti i campionati giovanili F.I.G.C. e del C.S.I. con un settore dilettantistico giovanile e un settore femminile. “..l’impegno costante di quei giovani ha saputo portar avanti il Sant’Andrea con il superamento lento, ma continuo di enormi difficoltà. Non parlo tanto di quelle sportive, perché sui campi i nostri ragazzi, sempre più numerosi e preparati, finivano per aver la meglio in tante battaglie leali ed esaltanti. Anzi parecchi seppero farsi fama e onore. Mi riferisco invece alle difficoltà “fuori campo” dovute alla ristrettezza di mezzi e risorse che condizionavano costringendo in seguito quasi alla stasi, all’esaurimento; fino a quando quegli stessi ragazzi-fondatori, divenuti ormai altrettanti papà poterono dare al Sant’Andrea rinnovato vigore per il bene dei propri figli e degli amici dei figli.” Ricorda Don Giorgio Apollonio che ha visto nascere la Società presso l’Oratorio di Santa Rita dove prestava allora il suo servizio sacerdotale. Nel 1986, ai suoi primi 40 anni, il Santa vantò 240 soci che consentirono a 180 atleti di svolgere l’attività sportiva. L’impegno finanziario già allora era rilevante a tal punto che per autofinanziarsi nasce anche la “Festa dello Sport”. 1985-86 prima squadra, composta dagli ex pulcini del Santa,  partecipa al campionato dilettanti di 3°categoria 1986-88 il Santa acquisisce la concessione per la gestione del campo di calcio sito nell’area del Villaggio del Fanciullo.

A partire dalla stagione 1988/89 si decide di aprire anche la sezione pallavolo, dopo la richiesta all’allora Pres. Lupatelli da parte di un gruppo di amici, Livio Biloslavo, Pierpaolo Gutty, Mauro Freccioni e Roberto Manzin. La stagione vede al via due formazioni: una maschile che partecipa al campionato di prima divisione e una femminile che prende parte al campionato di seconda. Nella stagione 1990/91 venne aperto il settore giovanile  e nel 1994 la maschile di pallavolo conquista la serie D regionale e nel ’98 la conquistano anche la femminile. I successivi anni hanno visto però retrocessioni e risalite. La stagione 2006/07 vede una nuova retrocessione in prima divisione con la contemporanea promozione della squadra partecipante al campionato in seconda con la collaborazione del Volley Club; l’anno successivo quindi due squadre hanno partecipato ai campionati provinciali, ottenendo con il Sant’Andrea  la promozione in serie D con il record di tutte le partite vinte 3-0. Nel 2009 la femminile chiude il campionato seconda in classifica e passa in serie C vincendo ai playoff contro Mossa (GO).  Per la pallovolo quindi la stagione 2012/13 ci ha visti schierati per il quarto anno consecutivo in serie C, sempre con l’aiuto di Massimo (Vitalfrutta), con una rosa ed uno staff tecnico parzialmente rinnovato e raggiungendo per la prima volta il girone “promozione” della seconda fase del campionato, al campionato di prima divisione con una squadra mediamente giovane e a quello di seconda divisione.. Si è iniziato inoltre un progetto di collaborazione con la società Hammer, che disputa il campionato di serie D regionale, e di quella della Società O.M.A. schierata nei campi provinciali e giovanili. A giugno 2013 abbiamo festeggiato i primi 25 anni della pallavolo Sant’Andrea S.V.